Poesia Sarda

Poesia Sarda (10)

Questa sezione è dedicata ai poeti e alla poesia in lingua sarda, patrimonio culturale di inestimabile valore. Per scoprire o riscoprire poesie d'improvvisazione tratte da trascrizioni di gare poetiche e poesie edite dei più importanti poeti sardi.

Bobore Nuvoli: una vita per il canto

L'opera, dedicata ad un grande cultore e diffusore del canto tradizionale, è curata dalla figlia Eta Nuvoli; vanta la collaborazione di molti amici di Bobore e di tanti esperti della musica tradizionale sarda e del canto corale nuorese. 

Gara Poetica di Barore Tucconi a Baratili San Pietro

Questi sono alcuni versi di Barore Tucconi da una parte della trascrizione della gara poetica di Baratili San Pietro

Da "Cantones" di Pedru Caria

In questi versi il poeta di Macomer si lascia andare ad amare riflessioni sul trascorrere impetuoso della vita.

"Segnore" da "Una lagrima muda"

Antonio Maria Pinna è, tra i poeti contemporanei in lingua sarda, uno tra i più noti. I suoi versi sono intrisi di una sensibilità straordinaria e, in questo genere poetico, tra i più struggenti. Questa poesia è tratta dalla raccolta delle sue opere "Una lagrima muda", curata da Tore Todde.

A Onifai

 Quando i poeti in limba dedicano una cantone al proprio paese. Lo fa anche Bernardo Zizi, il poeta di Onifai, in questa poesia tratto da "Poesias - Sonettos - Modas - Ottavas | Sa lughe chi in su mundu"

Da "S'amore Cambiadu in Odiu - Sa Cantone de Flora"

L'amore in Limba continua con "Cungedo" tratta dall'opera "S'amore Cambiadu in Odiu - Sa Cantone de Flora" del poeta di Tissi Batolomeo Serra detto Bartolu o Bertulu.

Passaggio d'amore - Palmerio e Nella

Immergiamoci nell'opera del poeta di Scano Montiferro, Priamo Palmerio Curca, che, con la sua storia d'amore autobiografica, tra le altre cose, ci racconta uno spaccato di Sardegna di inizio '900 e delle difficoltà della vita.

Sas tres rosas - Melchiorre Murenu

Della serie l'amore in lingua sarda ai primi del '900, oggi vi presentiamo la poesia "Sas Tres Rosas" tratta da "da "Vita e composizione del poeta - disputa Poetica", Di Melchiorre Murenu (Ledda).

Gara poetica Bultei -19 Luglio1971 (parte 1)

Ecco uno stralcio della gara poetica tenutasi a Bultei (SS) il 19 Luglio 1971 in occasione della festa di Santa Margherita. In questo articolo riportiamo l'esordio, il primo atto ed il secondo atto. Successivamente saranno pubblicati gli altri atti della gara.

Loading...

Da sapere: la prima gara poetica organizzata, in lingua sarda, così come la conosciamo noi oggi, si tenne ad Ozieri il 15 Settembre 1896 in occasione della festa della Madonna del Rimedio. Gli studiosi e la tradizione popolare attribuiscono con certezza ad Antoni Cubeddu l'idea di far cantare i poeti in piazza e sul palco, dietro il pagamento prima di un premio, poi di un compenso. Prima di allora il cosiddetto "Cantu a Bolu, "canto improvvisato/canto al volo" si svolgeva in un contesto privato, solitamente nei "botteghinos", dove solo poche persone, e sempre le stesse, potevano avere la fortuna di ascoltare questi poeti improvvisatori. (Fonte sardegnacultura.it).

Approfondisci da sardegnacultura.it

Misteriu

Poeta estemporaneo in lingua sarda logudorese, per più di 40 anni Raimondo Piras (tiu Remundu) fu protagonista di memorabili gare con gli avversari del momento, fra cui Barore Sassu, Antonio Cubeddu, Salvatore Tucconi (Barore Tuccone), Juanninu Fadda, Antonio Piredda, Gavino Piredda, Andrea Ninniri, Peppe Sotgiu ed altri in molte piazze di vari paesi delle Sardegna. Ecco il suo celebre sonetto "Misteriu", tratto da "Misteriu.(I-II-III) Tutti i sonetti. Edizioni della Torre, Cagliari".